Piano di studi

Piano di studi Una formazione superficiale e frettolosa svolta al solo fine di immettere prematuramente sul mercato del lavoro (quindi in regime di concorrenza sleale) figure professionali non pienamente idonee, significa ridurre lo shiatsu ad una mera ripetizione di sequenze incapaci di assicurare l’attenzione, l’ascolto, il rispetto ed il trattamento professionale adeguato alle persone che si affidano ad esso. Oggi, con il riconoscimento della nostra professione (legge 14 gennaio 2013 n.4), si rende ancora più necessaria una meticolosa e professionale preparazione.

Per questo motivo il piano di studi della Scuola è centrato sull’energetica orientale, con lo studio della Medicina Tradizionale Cinese, sull’aspetto meditativo della disciplina e sullo studio di materie quali l’Anatomia e la Fisiologia che permettono la conoscenza del corpo umano e delle sue funzioni vitali.

Inoltre sono studiate metodiche di approccio di matrice olistica basate sull’interconnessione tra operatore e ricevente finalizzate al risveglio dell’energia guaritrice.

Con lo studio dell’Alimentazione viene data la possibilità all’operatore shiatsu di fornire al ricevente una adeguata indicazione alimentare correttiva.

Per lo sviluppo interiore dell’operatore sono offerte materie come il Do In e la Crescita Personale.

A completamento della preparazione sono, infine, proposte materie come la Moxibustione, il Sei Tai (riassetto posturale) e i Kuatsu Antalgici e di Rianimazione.

Da quest’anno il programma si è arricchito di un nuovo studio: Le 5 Leggi Biologiche (Hamer) applicate allo Shiatsu.